Miglior deumidificatore portatile 2017

In questo articolo potrete trovare tutte le informazioni necessarie per acquistare il migliore deumidificatore portatile per le vostre esigenze. Informazioni che, siamo certi, vi basteranno per effettuare la scelta migliore e non gettare al vento soldi spesi male. Prima di vedere tutte le caratteristiche tecniche che riguardano questo apparecchio però, apriamo una piccola parentesi.

PRODOTTO Peso Dimensioni VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
10 kg 33 x 35 x 42 cm VEDI PREZZI
13,5 kg 22,5 x 35,3 x 49,6 cm VEDI PREZZI
11 kg 35,3 x 22,5 x 49,6 cm VEDI PREZZI
9 kg 33,4 x 22 x 50,2 cm VEDI PREZZI
14 kg 34,5 x 21 x 57,5 cm VEDI PREZZI
17 kg 62 x 43 x 31 cm VEDI PREZZI
10 kg 35,3 x 22,5 x 49,6 cm VEDI PREZZI
1,2 kg 29 x 16,4 x 13 cm VEDI PREZZI
1,8 kg 21 x 21,5 x 30 cm VEDI PREZZI
1,2 kg 30 x 19,6 x 13,4 cm VEDI PREZZI

Cos’è un deumidificatore?

I deumidificatori portatili, sono degli apparecchi, che come suggerisce il nome stesso, sono in grado di abbassare il livello di umidità presente all’interno di un’abitazione. Ridurre l’umidità in casa, porta a noi, e alla casa stessa, una serie innumerevole di benefici. Ciò che differenzia un deumidificatore portatile, da uno fisso, sono il fatto che il primo, è possibile portarlo facilmente da una stanza all’altra. Inoltre, un deumidificatore portatile, è più efficace di un modello a sale. Chiusa questa piccola, ma doverosa parentesi, andiamo a vedere più nello specifico, quali sono le reali caratteristiche di un deumidificatore portatile.

Il deumidificatore portatile migliore

Eccovi un consiglio, che sicuramente si rivelerà molto utile, per non commettere un errore molto comune. Per sapere quale sia il deumidificatore portatile che meglio si adatta alle vostre esigenze, dovete prima di tutto conoscerle! Solo successivamente, è possibile prendere in rassegna le classifiche che si trovano su internet, per scegliere quello migliore. Ricordiamo, infatti, che non esiste in generale un prodotto migliore di un altro, ma ognuno è in grado di rispondere a specifiche esigenze. Rispondi alle seguenti domande: “Hai bisogno di un deumidificatore normale, o hai bisogno di un modello più potente?”; oppure: “Un modello a corrente elettrica o no?”; o ancora: “Devi deumidificare una stanza grande o piccole?”. In base alle risposte date, sarà possibile scoprire quale tipologia di deumidificatore soddisfa meglio le proprie esigenze. Si potrà così distinguere tra un deumidificatore portatile standard o uno professionale, un modello a corrente elettrica, oppure al sale. Ovviamente, la scelta dipende solo da voi, nessuno vi può dire “questo è meglio di quell’altro”.

Perché dovreste acquistare un deumidificatore portatile

Come detto anche nel paragrafo precedente, chi cerca un prodotto del genere, nella maggior parte dei casi sarà orientato verso un modello portatile. Questo perché rientra tra gli apparecchi ad uso e consumo “della masse” e non rappresenta un piccolo elettrodomestico di nicchia. Sicuramente, potendolo portare ovunque, risulta più utile e conveniente, rispetto ad altre tipologie di apparecchi, come potrebbe essere un condizionatore fisso, con funzione di deumidificatore. Infatti, non è un caso, se questa sia in assoluto, la categoria di deumidificatori più venduta e richiesta. Il successo dei deumidificatori portatili, lo si deve principalmente alla buona portata di cui dispongono, che può arrivare, nel caso dei modelli migliori, fino a 20 litri di acqua al giorno. Inoltre, sempre i modelli migliori, dispongono di un contenuto consumo energetico e il loro funzionamento, generalmente, è piuttosto silenzioso. Questi sono i motivi che portano a scegliere un deumidificatore portatile, piuttosto che una tipologia differente.

Come scegliere un deumidificatore portatile

deumidificatore portatileSe fino a questo momento vi è tutto chiaro, allora possiamo passare ad uno degli ultimi step nel percorso di scelta del modello migliore. Quando si pensa all’acquisto di un apparecchio portatile come questo, è bene tenere presente le caratteristiche che questo dovrebbe possedere per soddisfare le proprie esigenze. Di seguito, potrete trovare le caratteristiche principali che contraddistinguono questi apparecchi, per effettuare una scelta migliore:

  • Serbatoio o tubo di scarico? Per eliminare l’acqua raccolta, infatti, esistono generalmente due metodi: tramite lo svuotamento del serbatoio o con tubo di scarico. Ogni tipologia di deumidificatore, presenta pregi e difetti, per scegliere la migliore, pensate soprattutto alle vostre comodità ed esigenze;
  • Si tratta davvero di un modello “portatile”? Prima di acquistare un qualsiasi umidificatore portatile, sarebbe bene verificare, se sia effettivamente facile da spostare. Acquistando su shop online, è possibile risalire a questa caratteristica, leggendo le varie recensioni dei prodotti, mentre coloro che lo acquistano in un negozio di elettronica ed elettrodomestici, lo possono tranquillamente verificare di persone;
  • Dispone di igrometro/termometro e timer? Il timer, serve principalmente per risparmiare energia elettrica, programmando accensione e spegnimento dell’umidificatore portatile a proprio piacimento. Mentre il termometro o l’igrometro, è fondamentale per tenere sott’occhio il livello di umidità presente nell’ambiente. Se il deumidificatore non ne è provvisto, è possibile anche acquistare un igrometro portatile.

Tutto ciò che c’è da considerare

Prima di procedere all’acquisto del deumidificatore, è necessario valutare tutta una serie di parametri, come:

  • La presenza di filtri per la purificazione dell’aria e la possibilità di lavarli o di acquistarli a prezzo economico;
  • La possibilità di decidere autonomamente il livello di umidità dell’ambiente;
  • La capacità del serbatoio o la presenza del tubo di scarico per eliminare l’acqua accumulata;
  • Il numero di litri di acqua che il deumidificatore è in grado di asportare nel giro di 24 ore;
  • Il peso e l’ingombro dell’apparecchio, soprattutto se si prevede di utilizzarlo in più stanze dell’abitazione;
  • La temperatura di funzionamento dell’apparecchio portatile;
  • Le dimensioni dell’ambiente in cui effettuare la deumidificazione.

Quali effetti ha sulla temperatura di casa?

A meno che un deumidificatore non sia abbinato anche alla funzione di condizionatore, questo non incide particolarmente sul livello di temperatura dell’abitazione, poiché è in grado solo di agire sul livello di umidità dell’abitazione. Inoltre, c’è da ricordare, che il tasso di umidità, si riflette anche sul comfort delle persone che vivono all’interno della casa: il calore si avverte maggiormente quando c’è afa, mentre con climi secchi, si sopporta meglio il freddo.

Manutenzione ed utilizzo di un deumidificatore

In genere, un deumidificatore portatile, dispone di un serbatoio per la raccolta dell’acqua, che viene estratta dall’aria di casa, ed è provvisto di un sensore, che verifica mano a mano, il livello. Quando il serbatoio, raggiunge il livello massimo di acqua che è in grado di contenere, il sensore manda un impulso elettrico all’apparecchio, che si spegne automaticamente, impedendo che l’acqua possa fuoriuscire dal serbatoio quando è ormai pieno fino al colmo. Generalmente, a seconda della capacità, il serbatoio si riempie in circa 8-12 ore. I filtri, vanno puliti o sostituiti con regolarità, per consentire un funzionamento continuo ed efficace dell’apparecchio. Ovviamente, l’acqua accumulata nella vaschetta, non può essere riutilizzata, perché non è potabile!